Menù for Change challenge è la nuova campagna di Slow Food che affronta l’emergenza climatica dal punto di vista dei consumatori.

Cosa possiamo fare concretamente per agire sul cambiamento climatico? Riflettendo ad esempio che dal campo alla tavola la produzione alimentare è responsabile di un quinto delle emissioni totali di gas serra.

Parte così la prima campagna internazionale che lega il cambiamento climatico alla produzione e al consumo alimentare e che invita i consumatori a riflettere sulle loro abitudini, scegliendo un cibo che non contribuisca ad alimentare l’inquinamento ed il riscaldamento globale.

In pratica Slow Food cosa chiede di fare, se si vuole aderire?

Modificare i propri acquisti  dal 16 ottobre al 5 novembre mangiando locale, cibo di stagione, comprato da piccole aziende agricole, ai mercati del contadino, presso negozi che scelgono l’etica del km.0. Utilizzare carni che provengano da piccoli allevamenti sostenibili, possibilmente locali anch’essi.

Benessere su misura aderisce con una pratica casalinga e preparando i prossimi corsi di cucina con ricette che rispettino i parametri indicati.

Il 18 ottobre a Cormòns (GO), il 23 ottobre a Buja (UD) ed il 18 e 19 novembre a Cavallino Treporti (VE)

 

Menù for Change: si partecipa!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *