I laboratori nelle scuole (ciclo scuole primarie) vengono concordati nelle giornate di programmazione insieme agli insegnanti, per inserirsi al meglio nel piano di offerta formativa proposto dalla scuola.

Gli interventi non vogliono infatti proporsi come un intervento spot, avulso dal contesto formativo,  ma come il momento esperienziale, didattico/ludico e sensoriale che va a racchiudere un argomento trattato nel corso dell’anno.

I laboratori di alimentazione e nutrizione diventano insegnamento e pre-testo, attraverso l’analisi sensoriale per conoscere meglio i propri meccanismi, comprendere la realtà, relazionarsi con gli  altri attraverso il cibo, scoprire parole ed ampliare la propria comunicazione, non solo emotiva (mi piace/non mi piace), ma esperita (mi piace perchè/non mi piace perchè).

I laboratori proposti variano quindi a seconda delle esigenze delle scuole: hanno carattere teorico – pratico e ci si ritrova a preparare assieme, assaggiare, confrontarsi, partendo dell’analisi sensoriale e dalla riflessione sulle proprie esperienze. Vengono proposte, se in accordo con la scuola e l’esperienza degli insegnanti, azioni di peer teaching, la formazione dei ragazzi più grandi da spendere in aiuto e tutoring dei coetanei.

Gli argomenti sono commisurati all’età dei partecipanti e al programma didattico svolto.

Spesso mi avvalgo, per progetti più complessi, del supporto di altri professionisti (psicologo, tecnologo alimentare) che collaborano con me.

Esempi di laboratori nelle scuole:

  • Laboratorio della colazione: perché fare colazione. La ripartizione dell’energia nel corso della giornata, i ritmi del corpo. Gli ingredienti della colazione. Degustazione guidata ed assaggi. Preparazione assieme delle colazioni con gli ingredienti più graditi. Mattina di colazione in comune (ove possibile).
  • Laboratorio delle merende: I bisogni del corpo. Sono quindi mangio? (la merenda del sedentario, dello sportivo, dello studioso). Gli ingredienti delle merende: zucchero o zuccheri? Degustazione ed assaggi. Preparazione assieme di merende “da tutti i giorni” e per le feste.
  • Laboratorio degli alimenti: attraverso un cibo industriale, impareremo in maniera divertente e dinamica, con valutazioni sensoriali guidate, a leggere le etichette ed a capire quale è il prodotto migliore sullo scaffale in rapporto a qualità, prezzo, piacere sensoriale. Riflessioni sul perché i cibi destinati ai bambini e ragazzi spesso non vanno d’accordo con la qualità ma siano tarati sul puro piacere sensoriale.

Propongo laboratori anche per gli insegnanti, ove richiesto e per le famiglie (ove possibile), in maniera da creare una serie di feedback e richiami positivi in tutti i soggetti educativi di riferimento che ruotano attorno ai ragazzi.

I laboratori nelle scuole

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *